entrepreneur-593358__340

Visto Sponsor in Australia e gli altri visti di lavoro

In questo articolo parleremo di Sponsor e altri visti di lavoro in Australia. La sponsorship è l’obiettivo di molte delle persone in Australia che vorrebbero lavorare dopo una esperienza da studenti oppure con il Working Holiday Visa.

In questo articolo parleremo di Sponsor e altri visti di lavoro in Australia. Lo sponsor è l’obiettivo di molte delle persone in Australia che vorrebbero lavorare dopo una esperienza da studenti oppure con il Working Holiday Visa. Ti spiegherò le regole generali dello Sponsor, ma non solo.

Lo Sponsor infatti non è l’unico modo per rimanere in Australia a lavorare, anzi se scegli di studiare in Australia, potrai ottenere il famoso PR, ovvero un visto permanente basato sulle tue competenze professionali.

 

Tornando a parlare di sponsor, in cosa consiste precisamente?

Si tratta della possibilità che il proprio datore di lavoro diventi sponsor, ovvero ti offra un contratto di lavoro , legando la permanenza del dipendente ad un visto lavorativo, chiamato appunto visto di sponsorship. Lo Sponsor può essere di breve durata (2 anni) oppure media, fino a 4 anni.

E’ necessario capire le principali caratteristiche di questo visto, per capire se può fare al caso tuo e fare la scelta giusta. Lo Sponsor infatti è ottenibile per professionisti di settore con qualche anno di esperienza lavorativa provabile e nella maggiorparte dei casi, un titolo di studio (anche italiano) universitario e/o australiano.

Quali sono le altre regole del visto Sponsor?

  • Il salario minimo stabilito. (Se però vi è un australiano che lavora per quella stessa azienda, tu dovrai essere pagato tanto quanto lui/lei)

  • Per poter beneficiare di un visto di 457, dovrai dimostrare che, una volta ottenuta una certa posizione lavorativa, verrai pagato al di sopra di un certo importo (intorno ai 50k AUD l’ anno)

Questa cifra è chiamata TSMIT (Temporary Skilled Migration Income Threshold), e viene rivista dal Dipartimento di Immigrazione ogni anno a luglio.

  • Tuttavia, se nella stessa azienda c’è un lavoratore australiano impegnato in una posizione equivalente alla tua, è necessario dimostrare che si ha un salario equivalente o superiore, a lui. 

  • Le posizioni lavorative interessate dal visto 457 sono generalmente posizioni incluse in un livello di competenze che va da 1 e 3, ovvero:

LEVEL 1: Manager e professionisti – possiedono una laurea di primo livello e/o 5 anni di esperienza lavorativa nel settore.

LEVEL 2: Professionisti associati – possiedono un diploma di qualifica (2 anni) o 3 anni di esperienza lavorativa nel settore.

LEVEL 3: Tecnici e operai – possiedono un certificato di IV livello (si tratta di titolo di studio corrispondente a 2 anni) o 3 anni di esperienza lavorativa nel settore che includa 2 anni di formazione sul campo.

NB. alcuni candidati, per alcune professioni, dovranno passare un test formale delle competenze dall’albo di categoria e dimostrare di soddisfare il livello richiesto di inglese.


 

MOLTO IMPORTANTE:

Il datore di lavoro avrà bisogno di dimostrare che non è riuscito a trovare alcun australiano che sia in grado di ricoprire il tuo stesso ruolo. A meno che non venga data prova di questo, la candidatura potrebbe essere respinta.

 

 

Per ottenere un 457, è necessario dimostrare di avere una conoscenza adeguata della lingua inglese, che è possibile ottenere conseguendo una certificazione IELTS;

Nel Luglio 2013, il Dipartimento per l’Immigrazione ha introdotto un nuovo requisito per tutte le candidature del Visto 457 chiamato “Genuine Position”.

Ci sono professioni e settori presi più sensibili e a cui l’immigrazione è più sensibile (a causa di un boom negli ultimi 10 anni e dove molti datori di lavoro hanno sfruttato tale possibilità in passato), e che richiedono una documentazione più dettagliata del solito, come ad esempio l’ HOSPITALITY.

Inoltre, esiste la possibilità di ottenere una sponsorizzazione in aree “Regional” (Adelaide, Tasmania, Perth, Gold Coast, NT, alcune zone del Victoria, Queensland e del NSW tranne Sydney, Brisbane e Melbourne). Potrebbe interessarti questo?  CLICK HERE 

Nonostante la maggior parte delle persone crede che lo sponsor sia l’unico modo per rimanere in Australia, si sbagliano.

Chi sceglie di studiare in Australia a livello universitario o professionale* (solo alcuni ambiti) ha ottime possibilità di rimanere a lavorare nella terra dei canguri per sempre.

Infatti chi studia ha la possibilità di richiedere una volta terminati gli studi il visto 485 (per altri 2 o 3 anni) e quindi avere le porte spalancate per la residenza permanente.

A livello generale infine, chi studia in Australia, ha MOLTE più possibilità di ottenere Sponsorizzazione e Residenza permanente. Leggi le storie di Andrea e Simone ad esempio.

E’ molto probabile che se hai terminato la maturità e stai pensando ad un’esperienza di Working Holiday Visa in Australia e vuoi rimanere oltre, tu debba pensare a studiare in Australia, perchè ad oggi è diventato molto più difficile ottenere sponsor per lavori che non richiedono particolari skill professionali e di cui l’ Australia non necessita nel lungo periodo.

Il visto Working Holiday non è stato citato in questo articolo, perchè non viene definito come visto lavorativo di medio/lungo periodo basato sulle tue competenze professionali.

Per sapere quali sono i visti lavorativi per poter rimanere in Australia, consulta SOLO il sito ufficiale dell’immigrazione. CLICCA QUI

VUOI RIMANERE IN AUSTRALIA DOPO LA SCADENZA DEL TUO VISTO?

CONTATTACI SUBITO – info@studyaustralia.it  E ASCOLTEREMO LA TUA STORIA PER DARTI IL MIGLIOR CONSIGLIO E ORGANIZZARE INSIEME IL TUO PROGETTO.

 
Follow us on Facebook and Instagram @STUDYAUSTRALIA.CSF per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità e promozioni sull’ Australia.  

 

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su print
Condividi su email