Working holiday visa

Come è possibile ottenere il Working Holiday Visa per l’Australia?

Come è possibile ottenere il Working Holiday Visa per l’Australia e a cosa serve?

Riceviamo moltissime domande inerenti al visto Working Holiday: qui proveremo a chiarire molti dubbi ed eliminare la nebbia che avvolge questo famoso visto.

 

Chi può richiedere il Working Holiday Visa?

Tutti i ragazzi dai 18 ai 31 anni di età. Non tutte le nazionalità del mondo hanno il privilegio che abbiano noi Italiani. Difatti tra le nazionalità che hanno la possibilità di richiedere il Working Holiday Visa, c’è la nostra.

Quanto dura il Working Holiday Visa?

Da quando verrà approvata la vostra richiesta, avrete un anno per organizzare il vostro viaggio in Australia.

Da quando entrerete in Australia, il visto durerà 365 giorni. Ad esempio: se il visto viene approvato il 29 novembre 2017, potrete entrare in Australia fino al 28 novembre 2018. Dal momento in cui entrerete, ad esempio il 5 gennaio 2018, il visto avrà validità fino al 4 gennaio 2019.

 

Come si richiede il Working Holiday Visa?

Il Working Holiday si richiede online sul sito www.border.gov.au: non dovrete andare né al consolato né all’ambasciata australiana, ma tutto si svolgerà con una procedura telematica.

Dal momento del submitil visto arriva abbastanza velocemente. Alcuni dei nostri ragazzi lo hanno ricevuto in poche ore, altri in un paio di settimane. Vedrete la voce “FINALISED” vicino al vostro nome. Seguendo la guida potrete aprire il file pdf contenente le informazioni del vostro visto Subclass 417.

Una volta approvato (granted) non dovrete fare null’altro che prenotare il vostro volo e organizzare la vostra esperienza.

Se credete che il vostro livello di inglese sia intermedio/basso, Study Australia consiglia di prenotare un corso di inglese in Australia già dall’Italia. Questo vi permetterà di arrivare e avere da subito un punto di appoggio, conoscere nuovi amici e non perdere tempo ai fini lavorativi.

Una preparazione linguistica migliore equivale ad una maggiore possibilità di trovare lavoro.

Chiedici un preventivo gratuito e senza impegno per le migliori scuole di inglese a Sydney, Melbourne, Perth, Brisbane ed altre città australiane.

 

Quanto costa il Working Holiday Visa?

Il costo del visto è di 444 AUD. Dovrete pagarli online, con carta di credito o debito abilitata agli acquisti online, come qualsiasi acquisto che effettuate in rete. In euro equivale a circa 250/280, in base al cambio del giorno.

 

Quali sono i documenti necessari per il Working Holiday Visa?

Di norma, sono richiesti i dati del passaporto (che non deve essere scaduto) ed altri dati personali: nonostante sul sito vengano elencati diversi documenti da presentare, nel 99% dei casi non saranno richiesti.

Cosa permette il Working Holiday Visa?

Potrete lavorare presso lo stesso datore di lavoro fino ad un massimo di 6 mesi e potrete studiare per un periodo massimo di 17 settimane. Questo significa che l’unica tipologia di studio permessa è quella di corsi d’inglese o corsi non award (ovvero saltuari), dato che i corsi universitari ed i corsi professionali hanno generalmente una durata superiore alle 17 settimane.

 

Se rispettate i famosi 88 giorni di lavori specifici in aree rurali, potrete richiedere il secondo anno di WHV. Oltre al lavoro nelle fattorie, esistono lavori manuali presso industrie dislocate in aree rurali. Non siete obbligati ad usufruirne subito, potete anche uscire dal paese. L’importante è richiederlo entro i 31 anni di età.

Ricordatevi che il WWOOFING (lavoro volontario in cambio di vitto e alloggio) non viene più considerato valido ai fini della richiesta del secondo visto.

Non è obbligatorio lavorare nelle fattorie e nelle aree rurali durante il WHV (il primo): se vorrete, potrete farlo in funzione della richiesta del secondo visto. In caso contrario, potrete rimanere nelle aree urbane.

 

Dopo due anni di Working Holiday Visa, cosa è possibile fare per rimanere in Australia?

Qui si apre un discorso molto ampio e non esiste una risposta valida per tutti: dipende da troppi fattori soggettivi. Sicuramente delle buone alternative possono essere quelle di pensare ad una formazione in Australia.

Il nostro consiglio è quello di non mirare a corsi di bassa qualità con il solo scopo di allungare la vostra permanenza. Pensate bene al vostro progetto e fate sì che il vostro profilo sia utile all’economia australiana. Spesso ci capita di ascoltare storie di ragazzi ormai in Australia da troppo tempo che cercano di posticipare la fine del proprio visto senza aver trovato la giusta soluzione.

Per maggiori informazioni contattaci oppure compila il modulo qui sotto.

 

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su print
Condividi su email